Home Aziende e Cantine                            12 Pieve Vino Nobile Montepulciano, la storia che fa la differenza.

                           12 Pieve Vino Nobile Montepulciano, la storia che fa la differenza.

da Stela Gutuleac

Vinitaly porta tantissime novità e fra queste vi è un’anteprima: 12 Pieve del Vino Nobile Montepulciano (definita come 12 UGA) significa Unità Geografiche Aggiuntive, chiamate Pievi.

Le prime bottiglie che sono state assaggiate durante il Vinitaly sono quelle delle vendemmie 2022 e 2021, considerando il disciplinare periodo di affinamento (3 anni di maturazione, di cui almeno 12 in legno e 12 in bottiglia) potranno essere sul mercato dal 1° gennaio 2025, utilizzando 85% di uve Sangiovese il restante 15% altri vitigni autoctoni a bacca rossa.

 Ma cosa significa Pieve?

Dal latino plebs, il termine pieve viene affermato in epoca post romana per indicare delle circoscrizioni territoriali e religiose che si sviluppavano attorno ad una chiesa e al relativo battistero; qui la sottozona da dove provengono e il territorio di Montepulciano vengono raccontati e valorizzati grazie a queste 12 bottiglie.

Ecco a voi le 12 UGA del Vino Nobile di Montepulciano:

1 Pieve Ascianello, l’azienda De’Ricci

 Un Sangiovese che al naso è fruttato con una leggera nota di spezie. Al palato pulito, tannino presente ma timido e risalta l’acidità.

2.Pieve Valardegna con l’azienda Avignonesi

Questa zona è meno nota ma con un’ottima qualità di vini. Qui il Sangiovese ha un colore rosso rubino intenso, fruttato, maturo, terroso e speziato. Al palato caldo e persistente, il tannino si fa sentire subito e avvolge bene il palato.

3.Pieve San Biagio con l’azienda Le Bertille

Con il suo colore rosso granato e note vegetali, frutta rossa matura, sorprende all’assaggio pulito ma ruvido un Sangiovese un po’ grezzo.

4.Pieve Sant’Albino azienda vinicola Carpineto

Un Sangiovese piacione, si sente la frutta rossa matura (mora, mirtilli, prugna) speziato e leggermente balsamico. Al palato il tannino ce si sente ma è gentile e lascia un finale sapido.

5. Pieve Le Grazie con l’azienda vinicola Fattoria Della Talosa

Un’azienda storica del territorio, presenta un Sangiovese con il suo colore rosso rubino, quasi impenetrabile. Al naso ricco di frutta rossa, pepe, spezie. Al palato ti avvolge subito con il suo tannino frizzante. Un vino giovane ma che si presenta con un bel caratterino.

6. Pieve Caggiole azienda vinicola Poliziano

Sangiovese che si apre piano piano, si sente più la nota floreale(viola), spezie. Il tannino esalta bene, un può astringente ma con eleganza. Persistente in bocca.

7. Pieve Valiano azienda vinicola Tenuta Trerose

Sangiovese fruttato, speziato. Tannino non tropo maturo e leggermente viene accentuata la nota sapida. Definirei un vino piacione, delicato e gentile.

8. Pieve Cerliana azzienda Antico Colle

Un Sangiovese floreale e fruttato (viola, mora, mirtilli) speziato. Al palato asciutto, avvolgente e sapido, secondo me migliorerà con il tempo grazie alla sua acidità spiccata.

9. Pieve Gracciano Tenuta di Gracciano della Seta

È la più antica Pieve, qui un Sangiovese molto caratteristico della Toscana un vino terroso, astringente, vegetale; tannino e l’acidità si fanno notare subito.

10. Pieve Argiano Vecchia Cantina di Montepulciano

Diciamo che è un’azienda che rappresenta la meta del Nobile Montepulciano ed è una realtà fondamentale per Montepulciano.  Un  Sangiovese floreale, balsamico. Al palato piacevole, l’acidità insieme al tannino crea un equilibrio, definirei un vino piacione.

11.Pieve Cervognano azienda vinicola Frescobaldi

Sangiovese che si identifica subito con il suo colore rosso rubino intenso, profumi di frutta rossa, spezie. Asciuga bene il palato e ti incuriosisce, essendo un vino giovane può ancora essere valorizzato dopo qualche anno.

 Un’esperienza bellissima e devo dire che non vedo l’ora di conoscere la vostra opinione.


 

 

 

 

You may also like

Lascia un commento